Percorsi enogastronomici

Percorsi Enograstronomici

Gastronomia:

La tradizione enogastronomica in Umbria ha radici molto antiche. A Cascia, si possono assaggiare le specialità culinarie tipiche prodotte in armonia con l’ambiente, accompagnate da ottimi vini e liquori locali.
I formaggi, tra i quali il pecorino stagionato in fossa o in Sagrantino, i formaggi al tartufo nero, i formaggi allo zafferano di Cascia, le ricotte salate o fresche e le caciotte.
Il miele
millefiori è il frutto di un’antica tradizione di apicoltura alimentata nei monasteri, nei conventi, buono da solo o accompagnato con il formaggio della Valnerina. Al dolce prodotto delle api è legato il miracolo delle api attribuito a Santa Rita. I salumi fanno parte della storia millenaria della Valnerina, in particolare di Norcia, che ha visto il suo famoso prosciutto conquistare il marchio IGP, ma i gustosi prodotti suini sono davvero tanti e tutti da provare: la corallina, il guanciale, la lonza, la coppa, la ventresca, le salsicce. Gli amanti della cucina rustica, potranno godere dei piatti a base di cicerchia, il caratteristico legume simile ai piselli che, insieme alla roveja e al farro, dà vita a prelibate zuppe o minestre. In particolare, il farro di Monteleone di Spoleto ha ottenuto il marchio DOP che attesta il suo gusto così specifico e di elevata qualità. Tra le lenticchie IGP, è da citare quella di Castelluccio di Norcia. Oltre ai funghi, in particolare i porcini, i boschi della Valnerina custodiscono delle vere perle del gusto: il tartufo nero pregiato e lo scorzone o tartufo estivo. Anche i fiumi offrono prodotti ittici, come i gamberi e le trote del Nera note per la loro digeribilità e freschezza. Di primaria importanza nel panorama gastronomico locale è sicuramente lo Zafferano di Cascia, ricavato dagli stimmi essiccati dei fiori violetti del Crocus sativus. Questa spezia conferisce ai cibi caratteristiche uniche nel gusto, oltre ad avere proprietà benefiche per la salute. Un’altra delizia della cucina locale è la roveja di Civita di Cascia detta anche rubiglio o corbello, che ha anche ottenuto il presidio Slow Food. La roveja si può mangiare fresca oppure essiccata, come ingrediente principe per minestre o zuppe. Macinata a pietra, diventa una farina dal lieve retrogusto amarognolo che serve per fare la farecchiata o pesata: una polenta tradizionalmente condita con un battuto di acciughe, aglio e olio extravergine di oliva, buona anche il giorno successivo, affettata e abbrustolita in padella.

Zafferano:

Fiore antico e dal grande fascino, lo zafferano ha attraversato la storia dell’umanità, offrendosi per i mille suoi usi alle più diverse culture di tutti i tempi. Uno di questi è la città di Cascia, dove terreno, clima e ambiente consentono alla delicata pianta di crescere e svilupparsi mantenendo integre le sue proprietà. Grazie ad un'associazione di agricoltori, hanno dato vita allo ZAFFERANO PURISSIMO DI CASCIA. Seguendo un disciplinare simile a quelli utilizzati per i prodotti IGP, gli agricoltori producono, confezionano e vendono il pistillo di questo fiore che, grazie all'assenza di contaminanti e al tipo di coltivazione, viene considerato purissimo. Ad ottobre mostra mercato dello zafferano purissimo di Cascia. Visita e degustazione all'azienda De Carolis nasce nel 1993 nei territori montani di Civita (pg), dove l'ambiente puro e incontaminato permette di ottenere materie prime sane e genuine, ma che richiedono sforzo e impegno per essere coltivate. Le lenticchie, la roveja e lo zafferano che l'azienda produce sono speciali proprio perché crescono nella purezza dell'aria montana grazie alla fatica e alla dedizione costante dell'uomo.

Legumi e cereali:

La nostra terra, la Valnerina, nel settore dei legumi, è nota principalmente per la lenticchia IGP, il farro di Monteleone di Spoleto, recentemente elencato tra i prodotti DOP, la roveja, che nella vicina cittadina di Cascia è stata riconosciuta dal presidio Slow Food, ma, anche se senza riconoscimenti specifici, sono da sempre coltivati anche: farro, cicerchia, orzo e altri legumi più comuni. A novembre mostra mercato Emozioni e Gusto ad Alta Quota. Visita all’azienda di legumi e cereali per conoscere insieme la lavorazione e le proprietà dei prodotti di montagna.

Formaggi

Grazie agli ottimi pascoli, ricchi di buon foraggio, sono una garanzia per tutti coloro che amano i prodotti sani, sono formaggi fatti con latte lavorato a crudo e direttamente dall'agricoltura, senza intermediari. E' assolutamente da provare il pecorino umbro ottenuto da pecore locali ed allevate nel rispetto delle tradizioni. Il laboratorio si svolge in Hotel dove verrà mostrato come si producono diversi tipi di formaggio.

Salumi

I nostri salumi rispettano la genuinità e le tradizioni umbre. I prodotti vengono lavorati senza alcuna aggiunta di polifosfati ed altri additivi. Gli aromi esclusivamente naturali vengono pestati nel classico mortaio o tirati manualmente. Il tutto viene insaccato in diversi tipi di budelli a seconda della stagionatura e legati a mano come da tradizione. L'aria della nostra terra con le sue fresche correnti di montagna favorisce una perfetta ossigenazione e stagionatura, garantendo un gusto e un profumo particolare. Visita alla norcineria per riscoprire la provenienza del cibo della propria tavola. In questo laboratorio si assiste alla lavorazione degli insaccati tipici della nostra zona.

Visita all'azienda apistica

Un viaggio nel mondo delle api, alla scoperta della loro importanza nel mondo animale, dal ciclo vitale ai loro prodotti. Degustazione di dolcezze.

Visita alla cioccolateria artigianale

Scoprire come e da dove nasce il cioccolato in tutte le sue forme. Lo scopo di questo laboratorio è di far scoprire le tecniche di lavorazione più antiche ancora in uso e le proprietà nutritive e salutari di questa pianta.

Tartufo estivo

Quello che è considerato l'oro nero della gastronomia italiana ha in Umbria uno dei terreni dalla produzione migliore. La grana fine e la pasta compatta e gustosa rendono il tartufo umbro un condimento superlativo per ogni pietanza ed un condimento elitario in ogni cucina. La ricchezza e la varietà dei boschi e del terreno nella regione fa si che possano essere raccolti tuberi con caratteristiche organolettiche particolari. Ad agosto Mostra Mercato Aestivum, interamente dedicata al pregiatissimo tubero. Su prenotazione si organizza la “Caccia al tartufo”, una vera avventure attraverso i boschi, in compagnia di un esperto cavatore e del suo segugio che condurranno il gruppo nel bosco alla ricerca del prezioso tartufo.

Strada del Sagrantino

Si trova al centro di una rinomata aerea ricoperta da vigneti di uve pregiate che ha dato origine alla strada del sagrantino. Trasferimento in una cantina nei pressi di Montefalco. Visita guidata in cantina abbinato ai vini della casa, incluso il famoso sagrantino.

Frantoio

Visita guidata e degustazione nella zona di Trevi, rinomata per la produzione di un olio dal verde brillante e l’aroma pungente.

Corso di pasticceria

Il corso sarà svolto in hotel, il laboratorio consiste nella realizzazione di un dolce o più mini dolci e cioccolatini personalizzati. Ogni partecipante avrà la sua postazione dove potrà realizzare le proprie golosità.

Corso di Cucina

Possibilità di svolgere corso di cucina presso il Grand Hotel Elite o Country House della durata di 3 ore, con i nostri Chef per conoscere ed esaltare le eccellenze umbre.

Contatti hotel cascia
Contatti hotel cascia

Contatti

Villa Marino - 06043 Cascia (PG)
Telefono +39 0743 751055
info@grandhotelelite.it
info@dicurzioincoming.it

Seguici su Facebook

Link utili

Link di interesse:

  • Informazioni turistiche su Cascia
  • Rafting ed escursioni
  • Passeggiate a cavallo
  • Visite guidate
  • Noleggio moto
  • Escursioni guidate